Internet sarà sempre libera…

… gli Spagnoli l’hanno capito!

Poverini, sembra provino quasi compassione per questo paese. Peccato, conosco poco lo spagnolo, non sono riuscito a gustarmi in pieno l’articolo orginale.

In ogni caso preparatevi, la situazione italiana nei prossimi anni potrebbe cambiare, questa mappa¹ andrà ridisegnata:

Note:

¹: www.labnol.org

7 pensieri su “Internet sarà sempre libera…

  1. Ennesima figuraccia su /., oltre al commento finale dell’articolo:

    “””This will no doubt be a serious effort, but knowing the fundamental design of the Internet involves routing around damage, the efforts could be more amusing than threatening.”””

    c’è tra i tag “fascism” :)
    Per non parlare dei commenti degli altri utenti…

  2. Pingback: Il Berlusca continua a far danni. - Linux Feed - Feed Linux e Open Source

  3. @twilight:
    Credo di poter affermare che Mister B. non parla a mio nome!

    @Federico:
    Grande! la notizia sta passando inosservata, darle più visibilità aiuterà molto.
    Grazie :)

  4. Processi alle intenzioni. Prevenzione a malanni che ancora non ci sono. Chilometri di bende per teste non rotte. Conclusioni cercate in Spagna, o in Francia, o a Timbuctu. Il nostro sport nazionale, dicono in Spagna, e in Francia, e a Timbuctu è il calcio. Stolti! Non si sono resi conto che il nostro sport è deriderci, non credere nella nostra forza e nel nostro potenziale. Berlusca RICCO, io POVERO e allora lui porco, ladro. No, non credo funzioni così. Ragazzi non gridiamo al lupo perchè ci hanno detto di averlo visto nei paraggi e da animalisti convinti e seri distinguiamo le varie razze di lupo e soprattutto distinguiamo i lupi dagli sciacalli.

  5. Hai ragione, i processi all’intenzione non sono l’espressione più matura di una società civile. Tuttavia l’esperienza quotidiana di ciò che sta accadendo in Italia può insegnarci molte cose. Può insegnarci a capire di che pasta siano fatti gli imprenditori-politici e quali siano effettivamente i loro interessi. Se solo fossimo più informati sulla normale realtà dei fatti, credimi, non avremmo il ben che minimo dubbio su come agire nei confronti di “certi” protagonisti dello scenario politico attuale. Leo.

Rispondi